Risanamento tubazioni senza scavo. I grandi vantaggi delle nuove tecnologie.

Ecoris Srl, è specializzata in interventi di risanamento tubazioni senza scavo, con personale, mezzi e materiale proprio. Facendo uso di tecnologie avanzate siamo in grado di eseguire rapidamente la maggior parte delle riparazioni dall’interno delle condotte danneggiate, di ogni dimensione, intervenendo, in tutta Italia, sugli impianti delle aziende di erogazione idrica / fognature fino alle condutture delle civili abitazioni.

Le tecnologie No-Dig sono sistemi utilizzabili per tutti i tipi di condutture difettose o danneggiate, come gli impianti di acque fognarie, allacciamenti di servizi domestici, tubature di sistemi di riscaldamento e di ventilazione.

Il Relining costituisce una condotta continua che si sostituisce alle zone che presentano rotture e alle sezioni mancanti della vecchia tubazione, eliminando così infiltrazioni o perdite di prodotto. Crepe, radici, danni strutturali o perdite di boccole, infiltrazioni di acque estranee, cattiva posa della condotta e cambio di diametro, vengono riparati in maniera rapida ed efficace per condutture dai piccoli fino ai grandi diametri, indipendentemente dal materiale del tubo esistente, sia esso in gres, pvc, cemento o ghisa. Ecoris è in grado di chiudere il ciclo del risanamento in totale autonomia, grazie ad una serie di investimenti mirati in impianti ed attrezzature, ed all’impiego di tecnici altamente specializzati. Gestiamo l’intervento dal primo sopralluogo al collaudo finale e rilasciamo un report completo e dettagliato.

Vantaggi – Ci sono molti vantaggi nell’utilizzo del processo di Relining sia rispetto a tecniche convenzionali sia a tecniche No-Dig alternative.

Costi, tempi e distruzioni ambientali ridotte – La maggior parte degli interventi di risanamento tubazioni può essere effettuata senza alcuna necessità di scavo, intervenendo attraverso i pozzetti esistenti, evitando così la possibile rottura di altri sotto-servizi presenti nella zona. I cantieri restano aperti soltanto poche ore e non provocano disturbo al traffico, alla popolazione ed ai servizi ed industrie circostanti.

Flessibilità – I rivestimenti eseguiti con Relining non sono adatti solo per condotte circolari ma possono essere risanate con questo metodo vari tipi di  tubazioni aventi forme diverse dal circolare, ad esempio ovoidali, ellittiche, con fondo piano o sezione a ferro di cavallo. Possono essere rivestiti diametri a partire da 200 mm fino a 2.500 mm. In un unico intervento si possono rivestire distanze fino a 400 metri.

Progettazione mirata – Il risanamento con Relining può agire sia per dare un contributo strutturale che per impermeabilizzare semplicemente la tubazione. Il sistema si può usare su tubazioni orizzontali e con pendenze rilevanti ed eventuali piccoli raggi di curvatura non costituiscono un problema. Il relining può essere progettato per formare un tubo con caratteristiche strutturali all’interno della tubazione esistente, quando questa risulta completamente deteriorata.

Vantaggi tecnici – La perfetta aderenza del Relining alla parete interna della condotta, minimizza le perdite di carico dovute alla diminuzione del diametro. La superficie interna estremamente liscia, l’assenza di giunzioni e la mancanza di asperità sui collegamenti laterali, spesso migliora la funzione idraulica. Grazie a queste caratteristiche, si riduce notevolmente la formazione di depositi, realizzando così una notevole riduzione dei costi di manutenzione e pulizia. La resistenza alla corrosione sarà sempre migliore di quella della tubazione originale.

Procedimento – Il materiale grezzo viene inserito nel condotto esistente e, dopo opportune lavorazioni, viene ottenuto un nuovo tubo. La materia grezza primaria è resina liquida che viene distribuita lungo tutta la tubazione e, per tenerla in posizione durante la catalisi, viene posta con un procedimento di impregnazione all’interno di un tubo flessibile di feltro dello spessore desiderato. Il metodo più usato per installare il nuovo tubo nella condotta da risanare, è con la pressione di una colonna d’acqua che lo inverte. L’acqua è contenuta dalla membrana impermeabile, che fa da barriera, e non permette il contatto con la resina durante l’inversione e la catalisi che formerà il nuovo tubo. I principali sistemi per la catalisi del Relining, sono quelli a temperatura ambiente, generalmente usati per tubazioni di piccolo diametro o verticali, e quelli ottenuti mediante il riscaldamento dell’acqua che è servita per l’inversione.

Fresatura e riapertura allacci – I cutter sono robot in grado di eseguire lavori di fresatura e molatura anche all’interno di condotte. Nella fase di preparazione di interventi per il  risanamento, con un cutter viene rimossa qualsiasi intrusione o sporgenza all’interno del tubo, allacciamenti sporgenti, giunzioni spostate, radici, schegge, depositi e quant’altro ne impedisca il corretto funzionamento. Allo stesso modo a risanamento completato, i cutter vengono impiegati per riaprire derivazioni e condotte secondarie chiuse dalla nuova guaina.

Ecoris Tecnologie Avanzate per l'Ambiente 0584 45020

Contact us